Prenditi cura del cuore

Prenditi cura del cuore

Come appassionato e frequentatore delle nostre classi di fitness musicale e olistico, stai già facendo grandi passi verso la salute del cuore. a Mayo Clinic raccomanda di fare almeno 30-60 minuti di attività fisica a moderata intensità per la maggior parte dei giorni della settimana. Scegliendo attività che migliorino la resistenza, la forza e la flessibilità.

Altre raccomandazioni per un cuore sano sono:
– il mantenimento di un peso corretto (indice di massa corporea di 25 o inferiore e un girovita di 35 o meno per le donne),
– 5-10 porzioni di frutta e verdura al giorno, e l’aggiunta di Omega-3 acidi grassi per la vostra dieta, che si trova naturalmente nel salmone, sgombro, noci e olio di semi di lino.

7 grandi nemici del cuore

Fumo e sedentarietà: Le sigarette sono veri e propri killer per il cuore. I fumatori hanno un rischio 4 volte più alto della media di andare incontro a ictus. A danneggiare le arterie è anche il fumo passivo: secondo recenti ricerche, già 30 minuti di esposizione quotidiana aumentano il rischio di trombosi. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Lancet, dopo il fumo la sedentarietà è il secondo più importante fattore di rischio per ictus e infarto in tutto il mondo.

Stress e superlavoro: Una ricerca danese dimostra che lavorare più di 45 ore alla settimana aumenta del 59% il rischio di andare incontro a infarto, soprattutto se l’attività fisica è scarsa. Oltre alla quantità può essere malsano anche l’ambiente. Secondo recenti studi, chi lavora il luoghi chiassosi ha una incidenza di disturbi cardiaci tre volte superiore alla media.

Testosterone troppo alto: All’università della California S. Francisco hanno scoperto che alti livelli di questo ormone maschile sono associati a un rischio aumentato di malattie cardiache. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che il testosterone viene prodotto dall’organismo a partire dal colesterolo: grasso che, se in eccesso, aumenta il rischio cardiovascolare.

Inquinamento: Lo smog è il nemico del cuore. Lo dimostra una ricerca effettuata su 1.483 persone, che vivono a 100 metri dalle principali superstrade. Lo spessore delle pareti delle loro arterie carotidi è decisamente superiore a quello riscontrato in persone, che abitano lontano da fonti di smog.

Infezioni ai denti: Quando le gengive sanguinano un batterio della famiglia degli streptococchi entra nel circolo sanguigno e, per non essere attaccato dalle cellule del sistema immunitario e dagli antibiotici, richiama intorno a se piastrine, che sfrutta per formarsi uno scudo protettivo. Questo coagulo infiamma i vasi sanguigni, ostacolando il flusso regolare dl sangue.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.